Domande e risposte sul QUORUM

Andare in basso

Domande e risposte sul QUORUM

Messaggio Da leozaquini il Lun Giu 20, 2011 11:03 am

Il tema del quorum e' estremamente controverso.
Ho in corso una discussione in proposito in quanto molte persone attive ed oneste sono perplesse e dubbiose (se non decisamente contrarie) alla ELIMINAZIONE del quorum. Da quella discussione ne traggo una sitensi perche' essa frnsce SPUNTI di iniziative legislative. Soffermatevi per favore soprattutto sulla parte finale del messaggio che segue (e che copio qui tale e quale).

= = =
... il tizio che blatera di quorum ...

E qui tocchi un VERO problema, al quale intendevo infatti arrivare:

Il "tizio che blatera di quorum" non e' solo l'emissario di D'alema, ... il funzionario del giornale-del-partito ... estensore dell'articolo in oggetto.

A "blaterare di quorum" ci sono anche non uno ma MOLTE persone intelligenti oneste e rispettabilissime ... ne trovo incontinuazione in rete e dal vivo..

Molti di costoro si sono fatti (come tanti) "un mazzo cosi'" per SUPERARE questo quorum ... prima del 12 - 13 giugno.

Pertanto, il nostro scopo (di noi che crediamo di avere le idee piu' lucide sul quorum e le ragioni della sua esistenza, che reputiamo abominevole) e' quello di TENERE CONTO delle perplessita' e degli argomenti di queste persone.

Un esempio.
A Bolzano (provincia) avevano lanciato una iniziativa popolare per ELIMINARE il quorum (Ottobre 2009), che era del 40% degli aventi diritto al voto.

Avendo percepito che molti anche molto favorevoli erano pero' come "spaventati" dalla totale ELIMINAZIONE (secondo gli amici di Bozalno e secondo me questa "paura" ha piu' che altro delle ragioni psicologiche), gli amici di Bolzano mi avevano spiegato che pur essendo loro totalmente SFAVOREVOLI alla presenza di qualsiasi quorum non hanno proposto la eliminazione, ma una RIDUZIONE calcolata in modo che:

- fosse di fatto eliminato, pur senza esserlo.

E' forse un provvedimento che (con l'aiuto delle persone favorevoli al quorum) DOBBIAMO definire.

15% ... 20% ... 25% ? ... ma NON delgi aventi diritto, sebene dei "votanti effettivi alle politiche" (per le ragioni che diro' in seguito).

Agli amici sostenitori del quorum (Alex per esempio, che vedo come scomparso dalla discussione. Non capisco come mai), occorre domandare:

- che tipo di quorum preferireste e con che logica, a vostro parere, dovremmo fissarlo?

= = =
ma c'e' un altro punto che volevo affrontre e che anticipo qui. (La discusisone in proposito puo' essere lunga).

Personalente ritengo che il quorum andrebbe semplicemente ABOLITO in quanto la sua esistenza non produce nessun VANTAGGIO alla democrazia.

Ma se escludo che ci siano vantaggi nel quorum se applicati alle iniziative popolari, ritengo che possa esistere qualche vantaggio nel fatto che la nozione di "Quorum" esista.
Infatti l'uso del Quorum (che non a caso la Casta ha messo CONTRO di noi, cittadini) noi potremmo rivolgerlo contro di LORO.

Infatti, ai chi vede i "quorum come vantaggioso" domando:

- perche non ESTENDERNE la applicazione?
- perche' se il popolo deve "superare un quorum" per i suoi referendum, un parlamento eletto dal 20% degli elettori deve comunque sempre benficiare delle MEDESIME prerogative di un parlamento votato del 90% delgi aventi diritto?

Esempio.
Potremmo esigere che, il numero degli elettori EFETTIVI determina:

- il numero dei parlamentari .
- la durata della legislatura .
- la coefficiente con il quale il parlamento puo' approvare modifiche alla costituzione.
- le leggi approvate da un parlamento eletto da un numero ridotto di elettori dovrebbero poter essere abrogate piu' facilmente di altre.
- un parlamento, eletto da poche persone ... ma come puo' permettersi di approvare LEGGI che concernono il parlamento stesso? ... leggi elettorali ... leggi che toccano le relazioni tra i politici e la magistratura: VANNO RATIFICATE DAL POPOLO, mediante "referendum obbligatorio" (come i referendum costutuzionali: quindi SENZA QUORUM).

fino a (banalmente):

- ... gli stipendi dei parlamentari ed i "rimborsi elettorali" ... UN quorum! ... PER FAVORE! ... a dittoot del quroum loro queste cose NON sele decidono!

Insomma, la "nozione di quorum" (escogitata dalla casta contro di noi) ... ci puo' anche tornare UTILE !


Tutti temi da studiare in dettaglio, ovviamente, ma la sintesi potrebbe essere questa:

"Volevate ficcarci il quorum in c*** ... e noi ve lo ficchiamo a voi !!!"


Cari amici "quorumisti", che ne dite?

Io questa interpretazione del "quorum" la considero favorevolmente, e voi?

Potrei anche prendere in cosiderazione l'inutile presenza di un quorum al 20% DEI VOTANTI (e non degli eventi diritto al voto) ma che esista anche la nozione di QUORUM per le decisoni dei parlamentari: un parlamento eletto dal 20% non ha la stessa "rappresentativita'" di uno votato del 90%.

Non vi pare?



L'intera discussione e' qui:

http://beppegrillo.meetup.com/boards/thread/12484121/0/

leozaquini

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum