Decisione: temi della legge - TEMA 5 - Livello comunale

Andare in basso

vuoi introdurre "LIVELLO COMUNALE" nella legge iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta?

100% 100% 
[ 23 ]
0% 0% 
[ 0 ]
0% 0% 
[ 0 ]
 
Voti totali : 23

Decisione: temi della legge - TEMA 5 - Livello comunale

Messaggio Da leozaquini il Gio Giu 23, 2011 7:03 am

Il problema in breve
Gli strumenti di democrazia diretta a livello nazionale vengo proposti anche a livello comunale e regionale.
L'italia ha una antica tradizione di civilta' comunale. E' presumibile che questa tradizione civica millenaria possa contribuire a salvare il paese nel momento attuale cosi' delicato del degrado.
La Svizzera ha beneficiano molto di questa tradizione civica Italiana, copiando le istituzioni dei liberi comuni del nord Italia. Lo si percepisce persino nel linguaggio politico odierno svizzero. UN esempio: l'organo legislativo cantonale si chiama "Gran consiglio", come nella Serenissima.
Purtroppo le "libere repubbliche" italiane sono poi degenerate in "signorie", mentre in Svizzera sono evoloute nei "Cantoni".

Pro
E' presumibile che la introduzione (o re-introduzione) di strumenti di democrazia diretta a livello comunale e regionale avranno un impatto assolutamente benefico per la conoscenza, la diffusione ed esperienza nell'uso diquesti strumenti con un impatto positivo anche a livello nazionale e nella buona amministrazione locale.

Contro/problemi generati
Le forme della democrazia dovrebbero essere decise localmente. In questo modo la diversita' genererebbe una sempre migliore definizione di essere.

Da decidere

Come realizzare la corretta relazione tra livello nazionale ed il livello regionale e comunale.

leozaquini

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

basta modificare l'art. 118

Messaggio Da paolo michelotto il Ven Giu 24, 2011 8:51 pm

questa idea si può tradurre facilmente aggiungendo un paio di righe all'alrt. 118 della costituzione

da:
Art. 118. - Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.
I Comuni, le Province e le Città metropolitane sono titolari di funzioni amministrative proprie e di quelle conferite con legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze.
La legge statale disciplina forme di coordinamento fra Stato e Regioni nelle materie di cui alle lettere b) e h) del secondo comma dell'articolo 117, e disciplina inoltre forme di intesa e coordinamento nella materia della tutela dei beni culturali.
Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.


a:
Art. 118. - Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.
I Comuni, le Province e le Città metropolitane sono titolari di funzioni amministrative proprie e di quelle conferite con legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze.
La legge statale disciplina forme di coordinamento fra Stato e Regioni nelle materie di cui alle lettere b) e h) del secondo comma dell'articolo 117, e disciplina inoltre forme di intesa e coordinamento nella materia della tutela dei beni culturali.
Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà e prevedono nei loro statuti i referendum confermativi facoltativi, abrogativi e propositivi, senza quorum di partecipazione, sui tutti i temi di competenza dell'ente.
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Creare la Comunità Locale

Messaggio Da Pietro Muni il Dom Giu 26, 2011 7:20 pm

Questa proposta di Paolo mi trova molto favorevole e voto Sì.
A differenza di Paolo, tuttavia, io credo che non basti modificare l'art. 118.
Secondo me, i cittadini devono chiedere ai rispettivi sindaci sedi dove incontrarsi, imparare a discutere in modo costruttivo e collaborare con la giunta nell'amministrazione del comune. Nella Comunità Locale io vedo l'anima della democrazia, la palestra in cui i cittadini imparano l'arte deliberativa.

Pietro Muni

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 26.06.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Decisione: temi della legge - TEMA 5 - Livello comunale

Messaggio Da paolo michelotto il Dom Giu 26, 2011 8:20 pm

Pietro, condivido quanto tu dici e lo sto facendo da 10 anni, prima a Vicenza con un gruppo che lavorava per introdurre il bilancio partecipativo nel 2003-5, e poi che ha organizzato il referendum più democrazia del 2006 (che chiedeva di introdurre i referendum propositivi e abrogativi con quorum 10% - 10% e non zero, perchè il comitato dei garanti ci aveva detto che altrimenti avrebbe bocciato il quesito) e poi mi sono trasferito a Rovereto (TN) ho fatto altrettanto facendo con il gruppo PartecipAzione Cittadini Rovereto 6 iniziative popolari e 4 referendum e 1 lista civica più democrazia...

E ancora oggi stiamo partendo con una iniziativa popolare che chiede di abrogare il quorum dai referendum comunali a Rovereto e a Trento.

E infine con questa proposta nazionale che vorremmo abbinare a tante proposte locali simili. Come faremo ad esempio a Rovereto, Trento e a Sesto San Giovanni.

Ossia di raccogliere le firme contemporaneamente per l'iniziativa di legge nazionale per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta e l'iniziativa popolare comunale che a Rovereto e Trento chiederà solo di togliere il quorum, visto che i referendum propositivi e abrogativi sono già previsti, mentre a Sesto San Giovanni, probabilmente dovrà chiedere tutto, visto che hanno a disposizione solo i referendum consultivi.

Ma di questo può dire meglio Dario, che appunto è di Sesto.

avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Decisione: temi della legge - TEMA 5 - Livello comunale

Messaggio Da rindario il Dom Giu 26, 2011 9:32 pm

A Sesto San Giovanni chiederemo:
- quorum zero;
- iniziativa popolare con quorum zero;
e, a parte, il regolamento per il referendum abrogativo che non è mai stato emanato. Sono, purtroppo ancora, in attesa di risposta dall'ufficio affari istituzionali.
avatar
rindario

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Decisione: temi della legge - TEMA 5 - Livello comunale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum