Decisione: temi della legge - TEMA 10 - Preferenze e "panascée"

Andare in basso

vuoi introdurre "PREFERENZE O PANESCEE" nella legge iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta?

75% 75% 
[ 12 ]
25% 25% 
[ 4 ]
0% 0% 
[ 0 ]
 
Voti totali : 16

Decisione: temi della legge - TEMA 10 - Preferenze e "panascée"

Messaggio Da leozaquini il Gio Giu 23, 2011 11:27 am

Il problema in breve
Puo' sembrare strano ed amaro il considerarlo, ma in un paese dove la designazione dei candidati e la graduatoria della loro eleggibilita', avviene in base a decisioni di segreterie partitiche, anche la "preferenza" diventa una forma di "partecipazione popolare diretta" nella desginazione del personale politico.

Quello che nel resto del mondo ed anche in altre elezioni italiane e' "normalita' della democrazia reppresentativa" diventa una forma di "democrazia diretta", anche se non particolarmente spinta o innovativa.

Ma a questa banale rivendicazione se ne puo' affiancare (forse nella medesima proposta di legge, forse separatamente) una un po' meno scontata: la possibilita' di votare candidati di liste differenti.
IN Svizzera si chiama "panascée".

Pro
Non e' il caso di soffermarsi sulla utilita' delle "preferenze".
Forse e' solo il caso di sottolineare che il NON rivendicare questa "banalita'" e mettersi pero' a parlare di strumenti di piu' sofisticati di democrazia diretta avrebbe un effetto probabilmente deleterio.
Verrebbe a mancare la credibilita' di tutta l'iniziativa o dell'insieme delle iniziative se all'interno di queste mancasse questo punto.
Tanto per fare un esempio: "la revoca".
Non ha assolutamente senso parlare di "recall" se l'eletto non e' in fin dei conti nemmeno stato "eletto". Per prima cosa andrebbe evidentemente rivendicata la revoca di tutti i "non eletti".
Oppure: "esigere la presa in considerazione delle leggi di iniziativa popolare" ... ma la "presa in considerazione" di chi! Sarebbe attribuire una "legittimita'" a chi no ce l'ha, avenedoci rinunciato.

Il voto di preferenza a candidati di liste separate introduce un aspetto positivo: realizza l'effetto contrario delle "liste bloccate": i partiti ha meno potere nella definizone del personale politico.

Contro / problemi generati

Occorre definire i rapporti tra il voto al partito, il voto al candidato del partito ed il voto di una candidato nella lista di un partito diverso.
Definire una dizione italiana del termine "panascée".

Da decidere

Se mettere nella iniziativa.
Se mettere solo la rivendicazione delle preferenze o anche la panascèe

leozaquini

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum