art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Andare in basso

art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da paolo michelotto il Sab Lug 23, 2011 5:33 pm

Non è stata tra le idee votate per essere inserite, e quindi la propongo come ipotesi su cui riflettere, poi al primo incontro su Skype di agosto decideremo se tenere questa proposta o toglierla.

Oggi nella Costituzione è scritto:

Art. 69.

I membri del Parlamento ricevono un’indennità stabilita dalla legge.


Io propongo che venga modificato in

Art. 69.

I membri del Parlamento ricevono un’indennità il cui valore deve essere approvato dal popolo con votazione referendaria senza quorum di partecipazione.
Nel caso prevalga il voto negativo, l'indennità sarà pari a quella più bassa tra i paesi dell'Unione Europea.
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

alcuni dati

Messaggio Da paolo michelotto il Sab Lug 23, 2011 8:49 pm

alcuni valori di stipendio tratti da un articolo del corriere del 2005. Saranno cambiati ma non moltissimo.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/06_Giugno/07/eurodeputati.shtml


Sono gli stipendi annuali degli Eurodeputati, cifra che corrisponde a quanto prendono i parlamentari nazionali.

Italia 144.084,36 euro
Austria 106.583,40
Olanda 86.125,56
Germania 84.108
Irlanda 82.065,96
Gran Bretagna 81.600 euro
Belgio 72.017,52
Danimarca 69.264
Grecia 68.575
Lussemburgo 66.432,60
Francia 62.779,44 euro
Finlandia 59.640
Svezia 57.000
Slovenia 50.400
Cipro 48.960
Portogallo 41.387,64
Spagna 35.051,90
Slovacchia 25.920 euro
Rep. Ceca 24.180
Estonia 23.064
Malta 15.768
Lituania 14.196
Lettonia 12.900
Ungheria 9.132
Polonia 7.369,70 euro
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da paolo michelotto il Lun Set 05, 2011 8:25 pm

il 5 settembre a Bolzano abbiamo deciso questo testo:

Articolo nella costituzione in vigore

Art. 69. I membri del Parlamento ricevono un’indennità stabilita dalla legge.

Diventa:

Art. 69. I membri del Parlamento ricevono un’indennità determinata dai cittadini al momento del voto in un intervallo compreso tra il - 50% e il + 50% della media europea.

Questo significa che il giorno del voto, metteremo una croce sul partito, se possiamo, sul nome, e infine tra ad esempio 5 valori numerici esempio

150
130
100
70
50

Così voterermo, il partito, il candidato e infine l'indennità, che sarà una media ponderata di tutte le scelte singole dei singoli elettori. Quindi il giorno prima del voto i candidati non sanno quale sarà la loro indennità. E nei periodi di profonda insoddisfazione, il loro stipendio sarà probabilmente molto basso, nei periodi di soddisfazione, più alto.
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

idea di miglioramento del testo

Messaggio Da paolo michelotto il Mar Set 13, 2011 6:16 pm

una variante per migliorare il testo e svincolarlo dalla media europea, contestabile per vari motivi, potrebbe essere quella di vincolare l'indennità al reddito medio pro capite italiano e quindi si potrebbe scrivere così:

Art. 69. I membri del Parlamento ricevono un’indennità determinata dai cittadini al momento del voto scelta tra i multipli da 1 a 10 del reddito medio pro capite dei cittadini italiani.
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da paolo michelotto il Mer Set 14, 2011 8:57 pm

nella bozza 006 fatta durante la discussione del 13 settembre su skype,

abbiamo modificato l’art. 69.

Nella versione 005 avevamo scritto
“Art. 69. I membri del Parlamento ricevono un’indennità determinata dai cittadini al momento del voto in un intervallo compreso tra il – 50% e il + 50% della media europea.” abbiamo pensato di scollegare l’indennità dalla media europea e invece paragonarla al reddito medio italiano e così è diventata nella versione 006 :

“Art. 69. I membri del Parlamento ricevono un’indennità determinata dai cittadini al momento del voto scelta tra i multipli da 1 a 10 del reddito medio pro capite dei cittadini italiani.”
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

INDENNITA'

Messaggio Da eugenio il Gio Set 15, 2011 7:27 am

Se il reddito medio procapite italiano è di 1800 euro e si vota un miltiplo di 10, alla fine un parlamentare viene a prendere più o meno quello che prende adesso. Eventualità non più sostenibile e che non deve ripetersi. Secondo me bisogna mettere ordine nei compensi dei dipendenti pubblici in genere, paramentari compresi. Un esempio potrebbe essere un ordine piramidale, dove nessun dipendente pubblico può prendere di più del Presidente della repubblica, i parlamentari non possono prendere di più dei presidenti di camera e senato, i dirigenti pubblici non possono prendere più dei parlamentari, il gap tra i dirigenti pubblici e il resto dei dipendenti pubblici non non dovrebbe superare, in proporzione, il gap tra i parlamentari e i presidenti di camera e senato, e alla fine la media delle indenità parlamentari italiane non dovrebbe superare la media dei parlamentari europei. Fatti un pò di conti ecco allora determinarsi più facilmente lo scarto entro il quale i cittaini sceglieranno l'indennità dei parlamentari.

eugenio

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

indennita' 2

Messaggio Da eugenio il Gio Set 15, 2011 8:12 am

Esempio considerando introiti netti (non è specificato nell'art.)
media delle indennità parlamenari europee circa 52.000 euro

Presidente della Republicca 52.000 euro
presidenti camera e senato 49.400
parlamentari 45500
dirigenti pubblici 41600
dipendenti pubblici non dir 19000

Conteggi fatti considerando il gap tra parlamentari e presidenti al 10%
e dimezzati inoltre gli stipendi tra irigenti puibblici e dipendenti non dirigenti.

E' solamente un esempio, altri conteggi possono essere studiati, in questo modo si vuole però stabilire il principio di una proporzione equa nei compensi tra tutti soggetti che intervengono a far funzionare la macchina statale. I cittadini potrebbero scegliere di aumentare o diminuire le proporzioni tra i vari soggetti, entro certi limiti però.

eugenio

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da paolo michelotto il Gio Set 15, 2011 8:16 am

Eugenio, i cittadini possono votare se dare al rappresentante eletto 1 volta oppure 2 oppure 3 e così via. Secondo te voteremo tutti al 100% di dare ai parlamentari 10 volte il reddito medio? Io credo proprio di no...
Se ad esempio io voterò 1 e tu 10 il reddito che percepiranno sarà di 5 volte il reddito medio.

Se i reppresentanti governeranno bene, i cittadini saranno più generosi. Mentre, come in questa fase, se i rappresentanti saranno percepiti negativamente, l'indennità sarà più bassa. L'interessante è che l'indennità non si sa a priori, ma solo dopo il voto.

Ma supponi anche che i cittadini decidano di votare tutti per 10 volte il reddito medio, questa è la loro scelta e in democrazia questa vale...

:-)
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

INDENNITA'

Messaggio Da eugenio il Gio Set 15, 2011 10:58 am

Trovo quanto singolare la possibilità, con il voto, di mantenere se non aumentare uno status riconosciuto insostenibile e intollerabile per i cittadini. Per me questa è un'aberrazione, da evitare.

eugenio

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da paolo michelotto il Gio Set 15, 2011 4:27 pm

non capisco dove sta l'aberrazione. Spiega meglio per favore.
Cosa c'è di più democratico del fatto che i cittadini al momento del voto decidano il valore della indennità da dare al loro rappresentante?

Che può variare, nella proposta, dal reddito medio (oggi 1800 euro al mese) a 10 volte tanto (ossia 18.000 al mese che credo sia più o meno quanto percepiscono oggi).
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

INDENNITA'

Messaggio Da eugenio il Ven Set 16, 2011 6:37 am

Mi pare semplice, in questo momento da più parti si protesta che i costi della politica, a cominciare dalle indennità, sono insostenibili e i politici non fanno nulla per tagliarli. Allora noi si vuole introdurre un meccanismo che permetta ai cittadini di scegliere loro le indennità dei parlamentari con l'obiettivo, spero, di una sostenibilità, quindi indennità più proporzionate alle retribuzioni dei dipendenti pubblici, per evitare fughe in avanti, e minori spese per lo stato con più risorse per i servizi. Se questo meccanismo però permette comunque di fissare delle indennità pari o addirittura maggiori alle attuali, beh c'è qualcosa che non va. E' inutile star qui a lamentarsi, diventa un prendersi in giro, mio nonno avrebbe detto: è come pulirsi il culo con la cacca...

eugenio

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

INDENNITA'

Messaggio Da eugenio il Ven Set 16, 2011 6:43 am

Forse questo aiuta meglio a capire il concetto:

Per la prima volta viene tolto il segreto su quanto costa ai contribuenti l'assistenza sanitaria integrativa dei deputati. Si tratta di costi per cure che non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale (le cui prestazioni sono gratis o al più pari al ticket), ma da una assistenza privata finanziata da Montecitorio. A rendere pubblici questi dati sono stati i radicali che da tempo svolgono una campagna di trasparenza denominata Parlamento WikiLeaks.
Va detto ancora che la Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli. Ma anche a 1109 loro familiari compresi (per volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i conviventi more uxorio.
Ebbene, nel 2010, deputati e parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro. Tre milioni e 92mila euro per spese odontoiatriche.
Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in
ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche
private). Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per fisioterapia. Per visite varie, 698mila euro. Quattrocentottantotto mila euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro familari.
Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante"), 28mila e 138 euro. Visite omeopatiche 3mila e 636 euro. I deputati si sono anche fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del Parlamento per 153mila euro di ticket.
Ma non tutti i numeri sull'assistenza sanitaria privata dei deputati,
tuttavia, sono stati desegretati. "Abbiamo chiesto - dice la Bernardini - quanti e quali importi sono stati spesi nell'ultimo triennio per alcune prestazioni previste dal 'fondo di solidarietà sanitarià come ad esempio balneoterapia, shiatsuterapia, massaggio sportivo ed elettroscultura (ginnastica passiva). Volevamo sapere anche l'importo degli interventi per chirurgia plastica, ma questi conti i Questori della Camera non ce li hanno voluti dare". Perché queste informazioni restano riservate, non accessibili?
Cosa c'è da nascondere? Ecco il motivo di quel segreto secondo i Questori della Camera: "Il sistema informatizzato di gestione contabile dei dati adottato dalla Camera non consente di estrarre le informazioni richieste. Tenuto conto del principio generale dell'accesso agli atti in base al quale la domanda non può comportare la necessità di un'attività di elaborazione dei dati da parte del soggetto destinatario della richiesta, non è possibile fornire le informazioni secondo le modalità richieste".
Il partito di Pannella, a questo proposito, è contrario. "Non ritengo - spiega la deputata Rita Bernardini - che la Camera debba provvedere a dare una assicurazione integrativa. Ogni deputato potrebbe benissimo farsela per conto proprio avendo gia l'assistenza che hanno tutti i cittadini italiani. Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, cioè un privilegio, possono pagarselo, visto che già dispongono di un rimborso di 25 mila euro mensili, a farsi un'assicurazione privata. Non si capisce perché questa 'mutua integrativà la debba pagare la Camera facendola gestire direttamente dai Questori". "Secondo noi - aggiunge - basterebbe semplicemente non prevederla e quindi far risparmiare alla collettività dieci milioni di euro all'anno".Mentre a noi tagliano sull'assistenza sanitaria e sociale è deprimente scoprire che alla casta rimborsano anche massaggi e chirurgie plastiche private - è il commento del presidente dell'ADICO, Carlo Garofolini - e sempre nel massimo silenzio di tutti.
...E NON FINISCE QUI...
Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa � 1.135,00 al mese. Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE
+

TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00).
Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubbico impiego)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

eugenio

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da paolo michelotto il Lun Set 19, 2011 4:26 pm

certamente anch'io sono contro a queste aberrazioni.
Ma sono anche per la democrazia, ossia sono convinto che la scelta presa dalla maggioranza è la scelta migliore. Anche se andasse contro le mie idee.
Nello stesso momento sono anche convinto che la maggioranza degli italiani (come fa la popolazione svizzera che boccia ogni aumento dei loro parlamentari) quando potrà, toglierà questi privilegi e abbasserà l'indennità. Ma se così non facesse, questa è la democrazia.

E noi in questa bozza di legge lasciamo agli italiani scegliere.
Se vogliono dare 1800 euro al mese o 18.000 euro al mese sarà una loro libera e democratica scelta.
avatar
paolo michelotto
Admin

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.06.11

Visualizza il profilo dell'utente http://quorum.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: art. 69 - indennità dei parlamentari è approvata dal popolo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum